fbpx

L’arcobaleno del marketing

E’ vero che “l’abito non fa il monaco” però, non prendiamoci in giro, quante volte ci siamo lasciati condizionare da giudizi superficiali, dalla cosiddetta “prima impressione” che ci fa etichettare qualcosa o qualcuno sulla base di esperienze passate, aspettative, associazioni sociali e culturali.

In certe occasioni, però, non si può proprio rischiare di fare una brutta impressione; e,per chi vuole avere una propria collocazione digitale, una di queste occasioni è, senza ombra di dubbio, rappresentata dal primo approccio che gli utenti hanno con il nostro sito web. Non possiamo infatti permettere che i nostri contenuti, seppur validi, siano penalizzati da loyout scadenti.

Alcuni studi ci testimoniano che un utente impiega poco più di un battito di ciglia per decidere se continuare nella navigazione di un sito web oppure abbandonare la sessione per trovare qualcosa che sia più in linea con le sue ricerche e le sue attitudini.

Per questo motivo è importante la scelta di una veste grafica che rispecchi, in tutte le sue componenti, quanto si vuole effettivamente comunicare ad un popolo del web sempre più preparato e competente e catapultarlo in un’esperienza visiva e di navigazione che rimanga impressa nella memoria.

Tra gli elementi che senz’altro balzano subito all’occhio dell’utente e gli consentono di formarsi un’opinione circa un determinato sito web c’è il colore.

Potrebbe sembrare una cosa superflua, dettata dal caso, dai gusti personali ma ogni scelta cromatica, perlomeno nei siti che funzionano, è una scelta studiata a tavolino, ponderata e considerata in relazione agli altri elementi del loyout per creare una composizione coerente in tutte le sue componenti. Il colore è quindi un fattore tutt’altro che secondario che assume un peso determinante nell’efficacia comunicativa di qualsiasi strategia di marketing ed è un elemento che, pregno del suo forte impatto emotivo, ci aiuta a trasmettere concetti, coinvolgere o condizionare gli utenti.

La nostra psiche è fortemente influenzata dal colore a cui associa determinate emozioni, sensazioni e schemi sociali.  Pertanto le scelte cromatiche giocano un ruolo fondamentale nella creazione di un sito web di successo.

Prendendo in esami i principali colori dello spettro cromatico vediamo che :

Il verde è il colore dell’armonia e della stabilità, infonde calma, ottimismo e tranquillità.  Le sue tonalità più scure vengono associate al denaro, al benessere e compare spesso nelle grafiche di siti web di gioco d’azzardo e scommesse. 

Da sempre considerato il colore della fertilità e della natura, ha notevoli capacità lenitive e rinfrescanti.

 

E’ un colore che ispira fiducia, non a caso lo ritroviamo spesso nelle grafiche di aziende in ambito assicurativo, finanziario o legale.  Il verde è ideale anche in tutti quei settori legati in un modo o nell’altro alla natura: ristoranti vegani o vegetariani, prodotti biologici, attività medico-veterinarie, attività umanitarie o a discipline rivolte al benessere psicofisico e alla meditazione.

Il blu è un colore che trasmette fedeltà, affidabilità, integrità e sicurezza, per questo motivo è il colore che viene prediletto dalla maggior parte dei social network ( instagram, facebook, twitter) ma anche per siti web di banche, assicurazioni e studi medici. Un colore viene inoltre percepito diversamente a seconda della tonalità che viene utilizzata. Ad esempio, tonalità pastello non sono particolarmente indicate per richiamare l’attenzione o richiedere una call to action ma piuttosto per infondere una sensazione di tranquillità ed equilibrio.

Il rosso è un colore dinamico, stimolante che colpisce subito l’occhio dell’utente, aumenta la pressione sanguigna e in alcuni casi ha il potere di velocizzare l’azione d’acquisto.

E’ un colore che viene spesso utilizzato nei pulsanti per la call to action, negli avvisi dei saldi e in tutti quei pulsanti che devono richiamare l’attenzione e spingere l’utente a compiere un’azione a breve termine.

Il giallo è un colore che viene associato al sole, alla luce e quindi alla positività e all’ottimismo. Assieme all’arancione e al rosso è il colore più utilizzato in ambito culinario, si dice infatti che questi colori aumentino il senso di acquolina.

E’ un colore che trasmette energia, vitalità, stimola l’azione e l’ attività mentale. Non stupisce quindi, che compagnie petrolifere ed energetiche come Eni, Agip, Shell, Q8, Agip e IP abbiano scelto il giallo come colore preponderante nei loro marchi. Favorisce la comunicazione, stimola l’azione e l’attività mentale.

Tendenza degli ultimi anni è quella di utilizzare grafiche che vedono come colori protagonisti il banco ed il nero: una scelta di cromatica che attribuisce  al layout un’allure di eleganza e professionalità.

Secondo le statistiche colori caldi come il rosso, il giallo e l’arancione generano ottime performance per quanto riguarda la conversione.  Anche il verde rappresenta una buona soluzione poiché viene associato alla luce verde del semaforo, e quindi ad un “lascia passare” che da l’impressione di star facendo la cosa giusta.  I colori più scuri come nero, grigio e marrone hanno invece una percentuale di conversion rate molto bassa e non sono sono quindi adatti per sollecitare all’azione gli utenti

Per concludere possiamo dire che non esiste un modello di grafica prestabilito, che va bene per qualsiasi sito web o che va sempre bene per un determinato settore, a volte è necessario prediligere uno stile minimale, standard e sobrio, altre volte invece si opta per un tripudio di colori vivaci ed elementi grafici, a volte sono più appropriati colori caldi, a volte freddi.

Ogni sito deve avere una grafica personalizzata, su misura, a seconda del target di pubblico che si vuole raggiungere e del messaggio che si vuole comunicare.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *