Obiettivi di una pagina Facebook: oltre i fan e i like c’è di più

obiettivi di una pagina facebook

 

Quante pagine Facebook aperte e poi abbandonate ci sono in giro? Oppure quante volte vi è capitato di togliere il like a una pagina che ha cominciato a pubblicare post che non erano più di vostro interesse?
Queste situazioni capitano molto spesso: pagine messe in piedi per i motivi sbagliati, che dopo qualche mese vengono completamente dimenticate dagli amministratori, oppure pagine che, a un certo punto della loro vita, si trasformano in qualcos’altro.

Aprire una pagina su Facebook è davvero molto semplice, chiunque potrebbe farlo, ma gestirla efficacemente è tutta un’altra storia.
Prima di tutto deve essere stampato a caratteri cubitali il motivo che ci spinge a compiere questo passo importante per la nostra attività e la finalità che vogliamo raggiungere.

In questo articolo cercheremo di capire cosa sono gli obiettivi di una pagina facebook e come raggiungerli definendo i KPI più adeguati.

 

Obiettivi e KPI: cosa sono e perché sono tanto importanti per la tua strategia di marketing su Facebook

Qualche articolo fa avevamo accennato all’importanza di definire preliminarmente degli obiettivi chiari e precisi quando si apre una pagina Facebook. È importante, quindi, dare una finalità al nostro lavoro sulla pagina, in modo da avere sempre ben presente la direzione da seguire. Questo vuol dire che la strategia dei contenuti e, soprattutto, delle ads non potrà essere lasciata al caso, ma dovrà essere stabilita nel dettaglio. Vediamo, quindi, i principali obiettivi della pagina e i KPI più diffusi.

 

l'importanza di definire degli obiettivi prima di aprire una pagina facebook

 

Cosa sono gli obiettivi

L’obiettivo è lo scopo. Nel marketing così come su Facebook, la fase di definizione degli obiettivi è la più importante. Concretamente chi fa marketing mette in campo una serie di azioni che dopo un certo periodo dovranno portare un risultato. Se queste azioni non sono concrete e, quindi, misurabili non condurranno mai al risultato ipotizzato all’inizio.
Se siamo consapevoli di usare Facebook come uno strumento di marketing per la nostra azienda (sappiate che questo è l’unico utilizzo possibile per un’azienda), capiamo la ragione per cui sia così importante darsi degli obiettivi.
Qualsiasi sia l’obiettivo da raggiungere, la caratteristica principale è la concretezza.
Nello specifico, facebook può aiutarti se hai deciso di:

  • Far conoscere la tua azienda o il tuo marchio: acquisire notorietà e incrementare la brand awareness potrebbe essere utile se sei in fase di start-up oppure se intendi ampliare la platea di possibili clienti. Facebook è talmente diffuso che sarebbe stupido non usarlo per questa finalità.
  • Creare un ulteriore collegamento con i clienti che già possiedi e con le persone che potrebbero diventarlo: un imprenditore e chi si occupa di marketing sa bene che l’esperienza d’acquisto non termina nel momento in cui si compra il prodotto o il servizio, ma prosegue anche nella fase successiva, quella di utilizzo. Bisogna, quindi, continuare a dare valore al cliente, anche dopo l’acquisto, in modo che ritorni a farlo. Facebook è un ottimo strumento per veicolare contenuti utili e interessanti per questo obiettivo. Non vorrai mica lasciarti sfuggire questa opportunità?!
  • Offrire uno strumento di ascolto e customer care: come impresa potresti aver bisogno di fornire un ulteriore supporto ai tuoi clienti, che richiedono informazioni e hanno bisogno di assistenza. Sappiamo per certo che Facebook è, tra le altre cose, una piattaforma per comunicare, quindi sarebbe lecito utilizzarlo per assistere le persone e rispondere alle loro domande riguardo i nostri prodotti e servizi.
  • Incrementare la tua attività di vendita: su Facebook si vende, è inutile nasconderlo. Devi lavorarci bene, però. Non puoi pubblicare soltanto post sui prodotti e i servizi che vendi.  Differenzia i tuoi contenuti. Facebook non è la tua vetrina virtuale, ma lo strumento che porterà la gente a guardare la tua vetrina, sia online, se hai un e-commerce, sia fisica se hai un negozio.

 

Cosa sono i KPI

I KPI in una strategia di marketing su facebookOra che abbiamo analizzato quali obiettivi dobbiamo porci nel mantenere una pagina Facebook, dobbiamo definire le linee guida: i KPI.
I KPI, o indicatori di prestazione, sono delle misure utili a capire come ci stiamo muovendo nel raggiungimento degli obiettivi. Esistono diversi tipologie di KPI, ognuna delle quali è specifica di un determinato settore e di un certo obiettivo di business.
Per le pagine Facebook, i KPI più comuni riguardano, ad esempio, le condivisioni di un post, i like, il numero di commenti, la quota di fan della pagina, la percentuale di conversioni generate grazie alla pagina oppure la quantità di traffico che la pagina ha indirizzato al sito.

Per comprendere meglio lo stretto legame esistente tra obiettivi e KPI, vi sottoporrò un esempio banale e infantile che richiama l’avventura: avete presente le mappe del tesoro dei pirati? Bene, l’obiettivo è il tesoro. Il KPI è, invece, la traccia del percorso segnato sulla mappa, che porta al tesoro.
Esiste, quindi, la possibilità che vi siano più percorsi che conducono allo stesso obiettivo. Questo vuol dire che per ogni obiettivo è effettivamente possibile definire più KPI.

 

Fan e like: soltanto la punta dell’iceberg

Hai ancora intenzione di aprire la tua pagina Facebook? i like, i fan, le condivisioni sono soltanto la punta dell'iceberg Ma certo, altrimenti non staresti leggendo e non cercheresti informazioni su cosa sia più giusto fare, per aprire e gestire una pagina.Forse prima pensavi che contassero semplicemente i like ai post oppure tanti fan per avere successo. I like, i commenti, le condivisioni, il numero di fan non sono altro che piccoli tasselli di un puzzle. Gli addetti ai lavori le definiscono Vanity Metrics, ovvero dei numeri, che, a prima vista, sembrano essere l’obiettivo primario, ma che, in realtà, riflettono il lavoro di content strategy che è stato fatto nella pagina. Per questo, sarebbe davvero superficiale soffermarsi soltanto su questi numeri per decretare il successo o il fallimento di una pagina Facebook. In buona sostanza rappresentano la punta dell’iceberg, la parte più visibile, che molto spesso non rende l’idea di tutto ciò che dietro. Quindi, non affannatevi a comprare pacchetti di fan e like: non gioverà affatto alla vostra attività e la vostra pagina finirà nel dimenticatoio come tante altre.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *